Mercato

PERSHING 9X: nuovo missile del mare Made in Mondolfo

Pubblicato da

il

Mondolfo è un comune marchigiano di 14.000 abitanti, che sorge su una collina a poca distanza dal mare Adriatico. Oltre a rientrare tra i Borghi più belli d’Italia, Mondolfo è conosciuto anche per la presenza del cantiere nautico Pershing.
Con un sito produttivo di ben 55.000 m², la Pershing Yacht è un’azienda italiana parte di Ferretti Group (holding italiana proprietaria dei maggiori 7 marchi commerciali attivi nella progettazione, produzione e commercializzazione di panfili dai 10 agli 85 metri di lunghezza).
Pershing è attiva nella cantieristica navale a livello mondiale con la produzione attuale di 8 modelli di yacht dai 15 ai 35 metri.
Il design che contraddistingue l’azienda è frutto della collaborazione tra il centro di ricerca AYTD – Advanced Yacht Technology & Design, il team di Ferretti Group Engineering e lo Yacht Designer Fulvio De Simoni, disegnatore dell’intera gamma Pershing.
A conferma di un design vincente arriva quest’anno il nuovo maxi coupé PERSHING 9X.

Un grande, lussuoso e sportivo super yacht che supera i modelli precedenti da ogni punto di vista; nella progettazione, nella costruzione e nelle componenti tecnologiche.

Più di 28 metri di lunghezza e 5000 cavalli di potenza, manovrabili con joystick nonostante sia dotato di propulsioni di superficie. Un sistema automatico controlla l’altezza delle eliche e gli interceptor per ottimizzare le prestazioni e i consumi, così pilotarlo è più semplice.
Il progetto di Fulvio De Simoni ha dell’incredibile. Genio dell’innovazione, il disegnatore ha confermato l’impronta stilistica già ampiamente apprezzata nel modello 5X, entry level della gamma, ma superando allo stesso tempo ogni aspettativa.
L’estensione del nuovo 9X dona armonia alle forme e a tutto l’insieme. Lo scafo è infatti più lungo di 12 metri circa rispetto al 5X.
Il modello 9X è inoltre il primo del Gruppo Ferretti a presentare come novità la finestratura a murata reinvestendo il peso risparmiato con la coperta e la tuga in carbonio ed epossidica. Il cantiere è infatti passato da 3,4 a 16 metri quadrati di vetrate, senza gravare sul peso.
Tale innovazione non solo ha rivoluzionato l’aspetto estetico generale ma ha anche reso eccellente la luminosità degli ambienti sottocoperta.

Le possibilità di allestimento sono varie. Quattro cabine o tre cabine e un salotto; cinque o sei toilette.

La cucina è verso poppa nel quartiere riservato all’equipaggio (due posti letto con servizi privati) al quale si accede tramite una scala separata.
Il main deck, illuminato di luce naturale, è organizzato in salone, zona pranzo e plancia di comando.
La plancia è a dir poco sorprendente, potremmo osare dire il pezzo forte. La forma, la praticità, l’eleganza. Ma anche la sportività e gli aspetti tecnologici.

In posizione dominante, i tre sedili indipendenti ben in vista, sono rivestiti in Pelle Frau “Interiors in motion” di Poltrona Frau, che firma oltre alla plancia anche i rivestimenti sul cielino e a murata del main deck, e quelli degli imbottiti nelle cabine ospiti. Della stessa casa anche il resto dell’arredo del salone.

I tre monitor della plancia (il primo a sinistra reclinabile per aumentare la visibilità sull’acqua) sono il top di un perfetto impianto integrato: sistema-barca, cartografia, motori.
I due motori turbodiesel MTU 16V da 2.638 HP con trasmissioni a eliche di superficie, rispondono a un display Top System che gestisce tutta la parte idraulica: trim, steer e gli interceptor.

Rimangono autonomi l’autopilota, gli stabilizzatori Seakeeper, i joystick e le manette.
Ottimo il sistema “steer by wire” che adegua la risposta dei timoni alle varie velocità, rendendo fluide le manovre in ogni situazione.

L’enorme passo in avanti del nuovo Pershing 9X fa sì che si possa governare una barca da 75 tonnellate in modalità sportiva e in totale sicurezza al tempo stesso. Il tutto accompagnato da un comfort pari a tutti gli effetti a un hotel a cinque stelle.

Prezzo base euro 7.140.000 iva esclusa.

Dall'autore: Roberta La Bua

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>