Nautica

Brindisi-Corfù 2016: trentunesima edizione della regata internazionale adriatica

Pubblicato da

il

Si è conclusa la trentunesima edizione (passaggio del Campionato Italiano Offshore) della Brindisi-Corfù con l’arrivo a Kassiopi dell’ultimo catamarano, Maui: la Regata Internazionale ha visto quest’anno una fitta partecipazione, con ben 130 imbarcazioni da 9 nazioni differenti. «134 imbarcazioni iscritte – afferma Teo Titi, presidente del Circolo della Vela Brindisi – dimostrano come la regata stia crescendo ogni anno di più. La mia speranza è che il territorio abbia percepito quanto questo evento possa essere importante, non solo in termini numerici, per qualificarci a livello internazionale attraverso il fantastico messaggio che solo la vela riesce a dare. Un mio speciale ringraziamento va a tutti i partner che ci hanno sostenuto e a tutte le risorse che collaborano alla realizzazione di questa regata che è sempre più complessa, ma che nello stesso tempo riesce a dare grande soddisfazione anche a chi la organizza.» Considerata tra le principali manifestazioni veliche del Mediterraneo, la nota e importante regata d’altura si conferma come prima nell’Adriatico, sia per le sue caratterizzazioni tecniche che per l’ampia partecipazione.
Tra gli sponsor che ne fanno da supporter: Tenute Rubino, Marino Automobili, Banca Popolare Pugliese, Yachtin Puglia, Radio Selene, Red Star Ferries, Fratelli Roma, KG Med Marinas, Vetrugno Ambiente, Speedyphone, Caroli Hotels.

Questa regata, alla sua XXIX edizione, è nata nel 1986 e per i primi due anni vi hanno partecipato le sole imbarcazioni brindisine. A partire dal terzo anno si sono aggiunte le imbarcazioni di Corfù e da allora questa collaborazione si è andata via via rafforzando, allargandosi da una parte all’intera regione Puglia e, dall’altra, ad altri siti greci dello Ionio. Dal 1998 la notorietà della regata si è diffusa ulteriormente, superando i confini dei due Paesi e divenendo occasione d’incontro tra le diverse popolazioni affacciate sull’Adriatico e sullo Ionio. Dal 2003 la Federazione Italiana Vela ha inserito la regata Brindisi-Corfù tra le prove che compongono il Campionato Italiano di Vela d’Altura lunga. Come da tradizione, sarà il secondo week-end di giugno, che rappresenta l’inizio della stagione delle vacanze a vela, a portare la flotta dei regatanti dal porto salentino all’isola dei Feaci.

In un’atmosfera, come sempre, ricca di simpatia e «buon vento» — in questo casso, vento maestrale a 10 nodi! — le 133 imbarcazioni sono partite da Brindisi alle 13:30, spiegando spinnaker e gennaker alla volta prima di Otranto, poi di Corfù, e più esattamente del porto di Kassiopi. In ordine, hanno preso avvio il gruppo A, con i multiscafi, e a seguire i gruppi B, C, Holiday e Holiday sprint. La partenza, un tripudio di colori, vele ed aquiloni al vento, è stata seguita da numerosissimi spettatori dalla Diga di Punta Riso.
«Questa trentunesima edizione della regata – dice Dimitros Koutsodontis, presidente del Gouvia Marina Sailing Club – è per noi la seconda; abbiamo fatto tesoro dell’esperienza dello scorso anno, quindi eravamo preparati meglio per dare il nostro contributo alla complessa macchina organizzativa e per ospitare le 134 imbarcazioni ed i loro equipaggi. La partecipazione di concorrenti provenienti da Corfu è aumentata del 50%: questo dato è per noi molto promettente e motivo di orgoglio. Penso che sia stata un’organizzazione di grande successo e ora cominceremo a lavorare alla prossima edizione. Voglio ringraziare i partecipanti e augurare buona fortuna a tutti».

Durante la serata di venerdì 10, la Regata si è chiusa con la cerimonia di premiazione e il Tenute RubinoCrew Party, nella marina di Gouvia di Corfù, alla quale ha partecipato il presidente dell’VIII Zona Fiv, Alberto La Tegola oltre, naturalmente, a Teo Titi, tutti gli sponsor, i rappresentanti delle istituzioni civili e miilitari e, in ultimo ma per primi, tutti gli equipaggi. La novità della cerimonia di questa edizione è stata, inoltre, la «Coppa dei Campioni»: una regata su J22 condotta dagli armatori che lo scorso anno avevano vinto la medesima regata Brindisi-Corfù e gli armatori delle recenti Giornate Veliche di Bocche di Puglia. I risultati finali della Brindisi-Corfù sono stati i seguenti:

Gruppo ORC A
Ita18170 Luduan Reloaded, Giovanni Sylos Labini, Gs 46 B
Gruppo ORC B-C
Gre144 Rush, Tsatsopoulos Michalis, Douska Maria, Farr 39
Gruppo ORC B Classi 1 e 2
Gre144 Rush, Tsatsopoulos Michalis, Douska Maria, Farr 39
Gruppo ORC C Classi 3, 4 e 5
Ita15315 X-Lion, Leone Pellé, X 35
Holiday
Ita12034 Ghita, Mario Romeo, Dehler 36
Holiday Sprint
Ita16854 Orione, Nunzio Pio Bellincontro, Gs 47
Multiscafi
Whitew White Whale Met, Raffaele Brancati

Attendiamo con curiosità la prossima edizione Brindisi-Corfù 2017!

Per informazioni:

http://www.brindisi-corfu.it/

Emanuela Tangari

Dall'autore: Emanuela Tangari

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>